Domenica CHIUSO

Lun - Ven 8.00 - 09.00 e 12.15 - 13.15

Chiamaci

Sistema Duale

SISTEMA DUALE - Obiettivi Generali

L’Istruzione e formazione professionale, che in Regione Lazio si realizzano attualmente attraverso percorsi triennali finalizzati all’acquisizione della qualifica, svolgono la duplice funzione di contrastare il fenomeno della dispersione scolastica e al contempo favorire l’inserimento qualificato dei giovani nel mercato del lavoro, rappresentando l’ambito ideale per la sperimentazione del sistema duale. Inoltre con tale sperimentazione vi è anche la possibilità di conseguire un titolo di studio anche attraverso un contratto di apprendistato.

Secondo quanto condiviso nel protocollo stipulato con il Ministero del lavoro, la sperimentazione interesserà in particolare il canale della formazione professionale nel quale si realizzano i percorsi triennali di IeFP.

Gli obiettivi che la Regione, attraverso la sperimentazione oggetto delle Linee Guida, intende realizzare rispondono alle seguenti priorità:

  • valorizzare la continuità dei percorsi formativi nel sistema di istruzione e formazione professionale, allargando l’offerta anche nel suo sviluppo verticale;
  • sperimentare percorsi formativi di quarto anno per il conseguimento del diploma professionale ai fini della successiva messa a regime;
  • utilizzare, per l’attivazione dei percorsi di quarto anno, prioritariamente il contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore di cui all’art. 43 del Decreto Legislativo 81/2015;
  • estendere la sperimentazione di apprendimento nell’ambito del sistema duale ai giovani interessati frequentanti i primi, secondi e i terzi anni dei percorsi ordinamentali di IeFP, prioritariamente attraverso l’utilizzo del contratto di apprendistato citato;
  • sperimentare l’attivazione di percorsi formativi modulari per la qualificazione e riqualificazione di giovani NEET aderenti al programma Garanzia Giovani di età compresa tra i 15 e i 25 anni

sistema_dualeNell’obiettivo di costruire a regime un sistema duale nell’ambito della IeFP, assume centrale rilevanza la cooperazione in partenariato di tutti gli attori interessati, che può assicurare il coinvolgimento di tutto il territorio regionale e rappresentare un’effettiva opportunità per tutti i giovani laziali.

La realizzazione di percorsi formativi con gli strumenti del duale, così come proposti dalla sperimentazione, richiedono un notevole sforzo da parte di tutti i soggetti coinvolti, soprattutto nello stabilire collaborazioni stabili ed efficaci con il tessuto economico locale. Per tale motivo la Regione promuove una campagna di promozione rivolta principalmente al sistema produttivo e agli altri attori del mercato del lavoro che a vario titolo partecipano alla sperimentazione del sistema duale nella IeFP, nonché per intervenire sui giovani NEET affinché possano accedere alla Garanzia Giovani e sui giovani NEET in diritto – dovere per il loro reinserimento in percorsi di istruzione e formazione triennali.

Infatti i giovani che non lavorano e non studiano (NEET) costituiscono il gruppo che è a maggior rischio di regressione delle competenze acquisite nei percorsi educativi. La maggior parte dei NEET è costituita da giovani che hanno abbondato gli studi, pertanto occorre ripartire dai fabbisogni individuali e costruire percorsi ad hoc. Per far sì che i giovani NEET riprendano o continuino un percorso formativo, bisogna potenziare i percorsi che associano le conoscenze che si acquisiranno con il loro partico utilizzo operativo. A tale fine un intervento di rilievo è individuato proprio nel potenziamento della filiera della istruzione e formazione professionale a partire dai percorsi di IEFP. Il recupero dei NEET, posti al centro della policy del programma Garanzia Giovani, necessita di percorsi flessibili, indirizzati all’inserimento o reinserimento nel mondo del lavoro.

Allo stesso tempo viene chiesto alle Istituzioni formative che erogano i percorsi inerenti il dirittodovere all’istruzione e formazione, di attivare/rafforzare utili collaborazioni con il sistema produttivo, in coerenza con la propria offerta formativa, per proseguire nell’attività di sensibilizzazione della sperimentazione nel proprio ambito territoriale di riferimento, così da individuare prima dell’avvio dei percorsi formativi la disponibilità dei datori di lavoro ad accogliere allievi in alternanza scuola lavoro e in apprendistato.

Considerate le finalità della sperimentazione, assume rilievo centrale l’attivazione di contratti di apprendistato ex art. 43 del D.lgs 81/2015, e quindi in fase di attribuzione delle risorse disponibili, tali contratti hanno priorità rispetto alle altre ipotesi progettuali in quanto modalità privilegiata di attuazione del sistema duale nella Regione Lazio.

Leggi il documento completo: SISTEMA DUALE REGIONE LAZIO

Area Imprese: Materiale Illustrativo sul Contratto di Apprendistato

Feb 26, 2017 @ 20:57